Skip to content Skip to left sidebar Skip to footer

“un popolo ignorante non ragiona, ma ubbidisce” (Francesco De Sanctis)

UN POPOLO IGNORANTE NON RAGIONA, MA UBBIDISCE

Queste erano le parole che Francesco De Sanctis attribuiva nel 1860 al regime borbonico, in un suo manifesto che invitava le province del Regno del Sud a votare per l’annessione al Piemonte. Al di la’ della contingenza storica in cui furono scritte, esse mantengono una loro validità universale: ed è indubbio che la memoria è elemento indispensabile della conoscenza. Tanto più quella collettiva, che viene raccolta e conservata non solo nelle tradizioni, ma soprattutto negli archivi. E se è una grande disgrazia per una persona perdere la memoria, non è  questa una disgrazia altrettanto grande per una comunità? E non dimentichiamo gli archivi moderni, quelli che si formano ora, che costituiscono la memoria per il futuro: di qui l’importanza di raccogliere, ordinare e conservare la documentazione del presente.

Per questo l’Istituzione si unisce in pieno al coro degli Archivisti italiani, la cui voce riportiamo in allegato.

« Torna indietro