Biblioteca Comunale di Montepulciano

Biblioteca Archivio Piero Calamandrei

Un ricordo di Anna Di Noto, architetto protagonista, tra l'altro, della valorizzazione culturale della Val d'Orcia

Pubblicato in:

RICORDANDO ANNA DI NOTO ed IL SUO CONTRIBUTO ALLA CONSERVAZIONE DEL PATRIMONIO ARCHITETTONICO EUROPEO

 

A fine ottobre, venendo coraggiosamente a Montepulciano per festeggiare amici e per poi recarsi a visitare la mostra del Lorenzetti al Santa Maria della Scala di Siena, che non voleva perdersi, Anna Di Noto ci ha fatto dono della sua ultima fatica, un volume sul progetto della scena teatrale di Sabbioneta, nella preziosa collana di progetti architettonici dello studio GRAU.

Da più di quindici anni bloccata nei movimenti Anna non ha mai ceduto e non si è mai data per vinta, perseguendo tenacemente il suo impegno professionale e coltivando amicizie e relazioni.

Lo studio Di Noto-Montuori era diventato sede di riunioni e discussioni degli architetti dello Studio GRAU, i cui progetti sono conservati al Centre Pompidou di Parigi e al MAXXI di Roma, ed ora sono editi nella collana GRAU 2 di cui Anna si prendeva cura.

Il progetto di costruzione della nuova scena prospettica nel Teatro all'antica di Sabbioneta  (un' opera di Scamozzi) risale al 1994 e fu tra i vincitori del Concorso per progetti pilota per la conservazione del patrimonio architettonico europeo della Commissione delle Comunità europee.

Sabbioneta, sito UNESCO, si fregia di un progetto Di-Noto-Montuori così come San Quirico d'Orcia, nel quale l'edificio museale del Parco della val d'Orcia ed il Giardino delle Rose sono stati anch'essi vincitori  di quei concorsi  europei che negli anni Novanta hanno contribuito a conservare e valorizzare il nostro patrimonio architettonico.

Anna ne è stata tra i protagonisti. Ci ha lasciato ieri ma ha lasciato tanta traccia di sé, negli animi, nei ricordi e in tanti segni tangibili di cui possiamo godere anche nel nostro territorio, non ultima la bella ed elegante ristrutturazione di casa Calamandrei a Montepulciano.

(Silvia Calamandrei)