Biblioteca Comunale di Montepulciano

Biblioteca Archivio Piero Calamandrei

L'Istituzione per il Progetto "Cantata per la pace"

Pubblicato in:

Progetto Erasmus+ "Cantata della pace"

Riunione transnazionale a Dresda

 

Dal 20 al 23 settembre 2017 si è tenuta a Dresda la riunione transnazionale tra i partners del progetto Erasmus+ "Cantata della pace" che vede coinvolti due istituti comprensivi del nostro territorio (I.C. Origo di Montepulciano e I.C. Virgilio di Acquaviva) e la Biblioteca Comunale e Archivio Storico  "Piero Calamandrei".

La delegazione italiana, costituita da insegnanti dei due istituti comprensivi e dal direttore della Biblioteca, si è recata a Dresda dove ha partecipato, insieme alla delegazione dei partners francesi e ai colleghi tedeschi, a una serie di incontri di lavoro per fare il punto sul progetto e coordinare le attività di questo secondo ed ultimo anno del progetto che si concluderà con l'esecuzione della "Cantata della pace" nella chiesa di Souvigny in Francia nel maggio 2018 e che vedrà coinvolti circa 200 alunni delle tre nazioni; la Cantata, le cui musiche sono scritte dal compositore Jean-Luc Perrot e i cui testi sono frutto del lavoro svolto dagli alunni dei tre paesi, sarà diretta dal maestro Luca Morgantini. Dopo essere state ricevute ufficialmente dal Sindaco di Dresda nel Municipio, le delegazioni hanno potuto anche ammirare le bellezze della città, visitando anche luoghi importanti come l'Opera Semper e il Museo Storico-Militare.

Varie saranno le iniziative legate a questo secondo anno del progetto e che vedranno coinvolti gli alunni delle classi seconde delle Scuole Secondarie di I Grado di Montepulciano Capoluogo, Acquaviva e Montepulciano Stazione, tra cui un altro spettacolo in primavera che li vedrà tornare protagonisti sul palco, dopo la bella perfomance al Teatro Poliziano dell'aprile scorso.

(Angela Bozzini)


L'Istituzione ha partecipato attivamente al progetto, curando l'accesso da parte dei giovani di Montepulciano ad archivi e documenti sulla Guerra Mondiale 1914-18, mediante visite e lavori in classe, con produzione di interessanti testi che saranno oggetto, fin dove possibile, di pubblicazione.

L'attività è stata svolta da Antonio Sigillo e dalla collaboratrice esterna Francesca Cenni

(Duccio Pasqui)