Biblioteca Comunale di Montepulciano

Biblioteca Archivio Piero Calamandrei

TRE VIAGGIATRICI IN CINA

TRE VIAGGIATRICI IN CINA

Tatiana Camerota

Giovedì 27 aprile 2017, nella Sala Master (Palazzo del Capitano) di Montepulciano, si è tenuto l'evento Assaggi di Cina a Montepulciano: Silvia Calamandrei, Tatiana Camerota e Claudia Notario hanno raccontato, con slide, fotografie e immagini autentiche, le loro esperienze di vita, studio e lavoro in Cina, in momenti storici tra loro differenti. Il racconto è partito dagli anni '50 del secolo scorso, quando Silvia Calamandrei ha vissuto tre anni a Pechino frequentando le scuole elementari e apprendendo il cinese (suo padre, Franco Calamandrei, era corrispondente per l'Unità: la madre, Maria Teresa Regard, scriveva per alcune riviste); per arrivare agli anni 2000 quando, dopo aver studiato cinese presso l'Università per Stranieri di Siena, la giovane laureata Tatiana Camerota nel 2011 è partita alla volta di Pechino per varie esperienze, tra cui quella di insegnante di italiano a studenti cinesi che sarebbero poi venuti in Italia a proseguire i loro studi (nell'ambito dei programmi intergovernativi Marco Polo e Turandot); per finire con Claudia Notario, laureatasi in cinese presso l'Università Ca' Foscari di Venezia e appena rientrata da tre mesi di stage a Pechino nel settore marketing presso un'azienda belga che esporta in Cina cioccolata, birra e surgelati provenienti da vari paesi europei.

Tutte e tre le viaggiatrici hanno raccontato il proprio pezzetto di Cina, la propria esperienza, la propria visione, condendo con aneddoti di vita quotidiana in Cina i racconti più strettamente connessi allo studio o al lavoro. Comune denominatore: la passione e l'entusiasmo per questo complesso e affascinante Paese, non privo di contraddizioni, e sul quale lo studio, l'aggiornamento e l'approfondimento non si esauriscono certo in pochi anni.

Dopo l'iniziale presentazione di Silvia Calamandrei, che ha riassunto anche il suo legame, negli anni, con la lingua cinese (è stata infatti traduttrice di numerose opere cinesi e protagonista di incontri importanti), quest'ultima ha intervistato le due ragazze che hanno costruito una sorta di storytelling attorno a immagini-chiave, affrontando varie questioni e scambiandosi opinioni e riflessioni su vari temi - dal cibo ai viaggi alle tradizioni alle trasformazioni in atto nelle città cinesi.

Il pubblico presente in sala sembra avere apprezzato la formula dell'incontro e lo scambio di pillole e assaggi; a tal proposito, agli assaggi di parole e immagini sono seguiti, a chiusura dell'incontro, assaggi di jiaozi (ravioli cinesi) e Vino Nobile, in una interessante accoppiata.

Presenti anche due tv locali, che hanno realizzato servizi e interviste ai relatori e al sindaco di Montepulciano Andrea Rossi, anch'egli presente a testimoniare la volontà dell'Amministrazione di consolidare i rapporti tra la città e la Cina. Sono state ricordate, nel corso della serata, le varie iniziative che negli ultimi anni la Biblioteca e il suo Chinese Corner - spesso proprio insieme al Comune - hanno realizzato, volte a promuovere la cultura cinese; speciale riguardo è stato dato alla mostra del Maestro Xu Hongfei, lo scultore cantonese che nel 2013 ha allietato Piazza Grande e la Fortezza di Montepulciano con le sue sculture di donne opulente. Segnaliamo infine la presenza di Judy Yu, imprenditrice di Canton e importatrice di vini italiani, amica del Maestro, che si sta occupando (insieme allo scultore e a Luca Gattavecchi, dell'omonima cantina) della messa a punto di un progetto che prevede il recupero di un antico convento locale per l'apertura di un campus formativo a cura dell'Università Sun Yat-Sen di Guangzhou, che porterebbe a perfezionarsi nella città d'arte toscana studenti cinesi di Arte e Filosofia. Il progetto, discusso con i rappresentanti dell'Amministrazione comunale e del Consorzio nel loro recente viaggio in Cina, è allo stadio di studio di fattibilità.

 

REPORT on Tastes of China

On April 27th, 2017 our Chinese Corner organized a special event: Tastes of China in Montepulciano. Silvia Calamandrei, Tatiana Camerota and Claudia Notario talked about their everyday study and work experiences in China, lived in different periods.

Through slides, images and real pictures, the meeting started with Silvia Calamandrei who spoke about the period (three years) she lived in Beijing during the '50s, where she attended the primary school and learned Chinese language - her parents were journalists working in China. Then there was a big "leap" forward up to the 2000's, when Tatiana Camerota got her Bachelor's degree in Linguistic and Cultural Mediation at the University for Foreigners of Siena and soon after went to Beijing, to work with Chinese deaf children first and then to teach Italian language to Chinese students. Finally, Claudia Notario told about how she had just come back from a work experience in Beijing (after her degree at the Ca' Foscari University of Venice), where she worked as a marketing trainee in a Belgian company trading beer, chocolate and other products coming from Europe.

The three travelers gave a glance of their own "piece of China", their own vision, adding also nice and original anecdotes of everyday life, in order to make their telling more authentic and vivid. Common point: their passion toward China, a fascinating and yet a complex country that deserves to be discovered and considered in depth in a lifetime study and research.

After the opening presentation by Silvia Calamandrei, who also summed up her later study experience in China ('70s), her long efforts to master the Chinese language over the years (she translated many Chinese books into Italian) and her meetings with important Chinese writers and personalities, she interviewed the two girls on their recent experiences. Through key-images and story-telling, they discussed about many different aspects and subjects, from Chinese food to Chinese traditions, from trips around China to the modern transformation and changes occurring in the cities.

The audience was particularly interested in the stories told by the three travelers.. Moreover, they not only appreciated the "tastes" of China in terms of stories but at the end of the meeting also tasted real Chinese jiaozi and Vino Nobile, the typical red wine of Montepulciano,.

Finally, two local televisions made press reports and interviewed the three speakers and the mayor of Montepulciano Andrea Rossi, who stressed his wish to strengthen the relationships between the town and China. During the meeting many references have been made to events and activities realized by the Chinese Corner and the Library (often in cooperation with the local administration) in order to promote Chinese culture. Special attention was focussed has been on the sculptor Xu Hongfei (who realized an exhibition in Montepulciano in 2013). A friend and assistant of the artist, Judy Yu, was in the audience: she is a wine trader who imports Italian wines to Guangzhou; now she is also assisting Xu Hongfei in the project: to refurbish an ancient convent to host a university campus for Chinese students of Art and Philosophy coming from the Sun Yat-Sen University of Guangzhou. The project has been discussed by Montepulciano representatives and Chinese authorities and university professors during a recent trip to China; now it is at the feasibility study stage..