Biblioteca Comunale di Montepulciano

Biblioteca Archivio Piero Calamandrei

Cosa accade oggi nel mondo?: "Il fondamentalismo. Dalle origini all'ISIS", di Massimo Introvigne

Massimo Introvigne

Il fondamentalismo. Dalle origini all'ISIS

Milano, SugarCo, 2015

 

Non c'è più religione»? Non è vero. La fede, tante volte data per morta, resiste, e la società pluralista e multireligiosa può perfino favorire un risveglio delle religioni. Ma quale tipo di religione resiste? E quale, invece, declina e rischia di scomparire? Massimo Introvigne, uno dei più noti sociologi delle religioni contemporanei, mostra che la domanda di religione ancora presente è in gran parte una domanda di conservatorismo. Le Chiese, denominazioni e movimenti «conservatori» guadagnano membri; quelle «progressiste» ne perdono. Una rigorosa analisi sociologica spiega come, e perché. «Conservatore», però, non è sinonimo di «fondamentalista». Anzi, «fondamentalista» è un'etichetta abusata che copre tre tipi diversi di organizzazioni religiose, di tipo - rispettivamente - conservatore, fondamentalista in senso stretto e ultra-fondamentalista. In una situazione normale, il tipo di religione che ha più successo è quello conservatore; il fondamentalismo ha una presenza più ridotta, l'ultra-fondamentalismomolto ridotta.

Ma non viviamo tempi normali. In un'ampia seconda parte, tutta dedicata - dopo esempi tratti da altre religioni - al mondo islamico, Introvigne mostra come - dalla Palestina alla Turchia, dall'Algeria all'emigrazione musulmana in Europa, da bin Laden al Califfato dell'ISIS - situazioni di tensione nazionale o internazionale possono introdurre elementi di distorsione e impedire alla domanda di conservatorismo di trovare il suo sbocco normale. Si sviluppano così i movimenti fondamentalisti e le frange ultra-fondamentaliste, protagoniste anche degli episodi di terrorismo suicida. Anche di questi ultimi Introvigne propone una ricostruzione e un'interpretazione che ne confermano la natura religiosa e gettano una luce inquietante sui possibili sviluppi del terrorismo e del Califfato. Un'appendice presenta, in traduzione italiana, le impressionantiistruzioni di al-Qa'ida consegnate ai terroristi dell'11 settembre 2001 e le istruzioni del Califfato agli «emigranti» che, anche dall'Italia, partono per andare a combattere e morire in Siria e in Iraq.

Una guida indispensabile al mondo che il terrorismo ultra-fondamentalista ha cambiato per sempre, fondata su solide basi metodologiche ma ricca di esempi, dati, casi concreti tratti da una trentennale esperienza di ricerche sul campo, dal Texas alla Palestina e all'India, di agevole lettura anche per i non addetti ai lavori.

Massimo Introvigne, insegna Sociologia delle religioni presso l'Università Pontificia Salesiana di Torino. Fondatore e direttore del CESNUR (Centro Studi sulle Nuove Religioni), è autore di sessanta volumi e di oltre cento articoli in materia di religioni contemporanee, molti dei quali dedicati ai nuovi movimenti religiosi, al fondamentalismo e al terrorismo di matrice religiosa. Ha co-diretto le tre edizioni della monumentale Enciclopedia delle religioni in Italia (l'ultima pubblicata nel 2013) e fra i primi ha fatto conoscere in Italia la teoria sociologica dell'economia religiosa, pubblicando opere che ha scritto insieme ai suoi padri fondatori, Rodney Stark e Laurence Iannaccone. Nel 2011 è stato Rappresentante dell'OSCE (Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa) per la lotta al razzismo, alla xenofobia e all'intolleranza e discriminazione contro i cristiani e i seguaci di altre religioni. Nel 2012 è stato nominato coordinatore dell'Osservatorio della libertà religiosa istituito dal Ministero degli Esteri e da Roma Capitale.

(dal sito: http://www.cesnur.org/2015/mi-fondamentalismo.htm , consultazione del 14.11.2015)